L’associazione

L’Associazione In giro col diabete nasce nel 2014 grazie alla volontà e alla passione del Dott. Marco Taurino, giovane diabetico ed appassionato ricercatore salentino.

Alla fine del 2015 entra a far parte di FAND, Federazione Associazioni Nazionali Diabetici.
L’Associazione, aperta a diabetici e non, ha scopi d’informazione e promozione di una cultura di prevenzione sui temi del diabete e dello sport.
L’obiettivo è creare un network di solidarietà che possa aiutare i giovani diabetici a condurre un corretto ed attivo stile di vita, ma soprattutto, a diffondere una coscienza ed una informazione per i “non addetta i lavori”.
Gli scopi e gli ideali dell’associazione sono perseguiti attraverso conferenze mediche ed eventi ludico-sportivi.
L’associazione organizza annualmente, un cicloviaggio attraverso le regioni italiane, ogni anno una diversa, con l’obiettivo di coprire l’intero territorio nazionale, “nessuna regione deve rimanere esclusa, l’informazione sul diabete ti tipo 1 deve allargarsi fino a raggiungere i luoghi più isolati, deve essere finalizzata a sfatare i luoghi comuni, le credenze errate e radicate”.
Nel corso dell’anno poi, la presenza degli associati, sparsi lungo tutta la penisola, è costante in gare podistiche, di Triathlon e di Gran Fondo. I nostri atleti sono facilmente riconoscibili, indossando t-shirt con riferimenti chiari al diabete. Indossando la t-shirt si vuole esprimere un messaggio forte, si diventa portatori di un’iniziativa che unisce, accomuna, sprona alla condivisione chi si trova nella stessa condizione, ma attira anche curiosi che vogliono saperne di più sull’argomento.

Il format che si sta promuovendo da alcuni anni, è un cicloviaggio di tre giorni, un gruppo di amici-ciclisti, attraversa il territorio prescelto, durante il viaggio, vengono raccolti dati, monitorati i valori glicemici di tutti i partecipanti, diabetici e normo-glicemici, vengono annotati gli introiti calorici e l’insulina assunta (per i soli diabetici).

Viene inoltre offerto un servizio di screening gratuito mediante il supporto e l’ausilio di personale medico o volontario, è possibile allestire gazebo nelle piazze dei paesi attraversati, ed eseguire test glicemici o semplicemente, rilasciare informazioni.
I dati raccolti durante i tre giorni, vengono poi utilizzati al termine del cicloviaggio, in occasione di una conferenza medica finale ed elaborati e discussi alla presenza di un Diabetologo, un Medico dello Sport, un Nutrizionista ed altre figure ritenute interessate alle tematiche affrontate.

La conferenza tratta tematiche di interesse sociale, quali prevenzione del diabete di tipo 2, sintomi e diagnosi tempestiva del diabete di tipo 1, divulgazione di un corretto stile di vita, alimentazione e sport.
Chiude l’evento uno spettacolo teatrale a tema, un monologo recitato sulle note di musica da camera, che in modo ironico e diretto, invita lo spettatore a riflettere su tematiche sociali.

L’Associazione conta nel suo attivo, i seguenti eventi:
2014: Cicloviaggio attraverso la Puglia, km 260, da Castel del Monte a Nardò, attraverso il Parco Nazionale dell’Alta Murgia, la Valle d’Itria e l’Arneo;

2015: Cicloviaggio attraverso l’Abruzzo, attraversando le più belle località della Majella, km 250 fino a raggiungere il Passo della Forchetta, a mt 1250, poi verso Sulmona, Bussi sul Tirino, Manoppello, Guardiagrele ed Orsogna.

2016: Cicloviaggio attraverso la Lombardia, km 220 fino al canale Villoresi, i fiumi Ticino e Lambro ed i laghi di Varese e Como. L’edizione è stata organizzata con il sostegno dell’Associazione Saronnese Diabetici – FAND, ed il supporto logistico di FIAB- Lombardia Saronno-Varese.

2017: “La Staffetta del cuore Napoli-Firenze”, l’incontro con altre associazioni e la volontà di collaborare per uno scopo comune, ci hanno visti convolti, nell’organizzazione insieme a “We Love Insulina” e la partecipazione pedalando e correndo per oltre 700 km da Napoli a Firenze, in soli 3 giorni, attraversando la i territori della Campania, del Lazio, dell’Umbria e della Toscana, per essere accolti presso l’Ospedale Pediatrico Meyer nella persona della dottoressa Toni e dal presidente della regione Toscana.

E poi la partecipazione alle seguenti gare podistiche: Maratona di Roma, Diabetes marathon a Forlì, la Maratona delle Cattedrali Barletta-Giovinazzo, la Maratona del Barocco a Lecce, i 100 km de Il Passatore Firenze-Faenza, l’Iron Man 70.3 a Pescara, il calendario è ricco di eventi.

2018: Cosa ci riserverà il duemiladiciotto? Il Molise!